2016

  • Seminario di Filologia Romanza 2016-2

    Florence, at the location of the FEF, via Montebello 7.
    Aula Contini, ore 16-18

    Seminario di Filologia Romanza 2016-2

    Thursday 07/04
    Manu Radhakrishnan – La methodus interpretandi di Domenico Cavalca: un problema metodologico

    Tuesday 19/04
    Natascia Tonelli – Scrittura e riscrittura della Vita nova

    Tuesday 26/04
    Mariña Arbor, Antonio Calvia, Antonio Ciaralli, Simone Marcenaro – Novità sul Pergamino Vindel

    Tuesday 10/05
    Davide Battagliola – La tradizione italiana del Livre de Moralitez

    Tuesday 17/05
    Claudio Lagomarsini – Tempo, ritmo, sintassi nel Lancelot propre

    Tuesday 24/05
    Speranza Cerullo – Un nuovo volgarizzamento dei Dialogi di Gregorio Magno

    Tuesday 07/06
    Andrea Tondi – Metamorfosi di avventure: esempi di riscrittura nelle Continuations de Perceval

    Tuesday 21/06
    Sara Natale – Una nuova edizione critica dell'elegia giudeo-italiana
  • Bando per 1 assegno per la collaborazione al progetto di repertorio "LIO - Lirica Italiana delle Origini"

    Bando per 1 assegno di ricerca per la collaborazione al progetto di repertorio "LIO - Lirica Italiana delle Origini" - Scadenza 10 ottobre 2016

    La Commissione, costituita dai Proff. Stefano Carrai, Alessio Decaria, Giuseppe Marrani, si è riunita nei giorni 11 e 21 ottobre 2016.

    Vincitore: Dott.ssa Irene Tani
  • Dame e cavalieri tra Francia e Italia IV Incontro di studio in memoria di Marco Praloran

    Firenze, presso la sede della Fondazione, 20 settembre 2016

    Dame e cavalieri tra Francia e Italia
    IV Incontro di studio in memoria di Marco Praloran

    Quest'anno la consueta iniziativa di settembre legata alla Fellowship Marco Praloran è preceduta, la mattina, dalla presentazione del manoscritto medievale acquistato dalla Fondazione, latore di un testo che Marco Praloran amava molto.

    ore 11
    Un tesoro recuperato all'Italia
    Il manoscritto FEF 2 (ex Ferrell 5) del Roman de Meliadus.
    Introduce Lino Leonardi (Siena-Firenze)
    Interventi di Luca Bellingeri (MiBACT), Maria Luisa Meneghetti (Milano), Nicola Morato (Liège), Richard Trachsler (Zürich)
    È stato invitato Dario Franceschini (Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo)

    ore 16
    Leggere l'Orlando Furioso nel Quinto Centenario
    Presentazione del volume Lettura dell'«Orlando Furioso», diretta da Guido Baldassarri e Marco Praloran, vol. I, a cura di Gabriele Bucchi e Franco Tomasi, Firenze, Edizioni del Galluzzo per la Fondazione Ezio Franceschini, 2016
    Interventi di Luigi Blasucci (Pisa), Gabriele Bucchi (Lausanne), Franco Tomasi (Padova)

    Fellowship Marco Praloran
    Relazione del Fellow 2015: Claudio Lagomarsini, Tempo, ritmo, sintassi nel Lancelot propre
    Attribuzione della Fellowship 2016 e presentazione del Fellow.

    pdf.pngProgramma 2016 Download (downloads: 694)  
  • Firenze, 16 dicembre 2016

    Firenze, presso la sede della Fondazione 16 dicembre 2016, ore 9.00
    IX Seminario internazionale di musicologia medievale «Clemente Terni»
    in collaborazione con il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell'Univeristà di Pavia

    Seminario teorico e pratico diretto da Patrizia Bovi
    (Centro Studi Europeo di Musica Medievale «Adolfo Broegg» – Ensemble Micrologus – Orpheus Institut, Ghent)
  • Il padre di Tristano in salvo! La Fondazione Franceschini acquista il manoscritto del Trecento Successo della campagna di raccolta fondi lanciata nel 2015

    Le avventure di Meliadus, il padre di Tristano, sono narrate in un romanzo in francese medievale – un prequel delle storie di Re Artù e della sua corte. Come nella leggenda di Artù (tra le preferite per l'infanzia, e tra le radici della nostra cultura), la storia di Meliadus parla di cavalieri coraggiosi che affrontano sfide e combattimenti insieme a amori e amicizie, costruendo il retroterra della generazione successiva.

    La copia più antica di questo romanzo che sia sopravvisuta è un manoscritto di 288 fogli di pergamena, scritto nell'Italia settentrionale attorno al 1320. Nel 2014 è stato esposto in una mostra alla University of Cambridge Library.
     
    Questo straordinario documento del nostro patrimonio culturale, appartenuto in passato alle collezioni del J. Paul Getty Museum, è stato acquistato dalla FEF nell'agosto 2016, al termine di una campagna di raccolta fondi lanciata nel 2015, quando i proprietari avevano deciso di metterlo in vendita, dopo che per anni lo avevano reso disponibile alla consultazione degli studiosi presso la Parker Library del Corpus Christi College (Cambridge).

    Si è così evitato il rischio che esso fosse venduto a un altro collezionista, e non fosse più consultabile da parte degli studiosi, uscendo dalle sedi di conservazione del patrimonio culturale europeo. Dato che il testo non è mai stato pubblicato in edizione moderna, la perdita sarebbe stata irrecuperabile.

    L'interesse per questo manoscritto era particolarmente vivo nella FEF, che ha promosso un progetto di ricerca internazionale con le Università di Zurigo e di Liegi per far conoscere il Roman de Meliadus e l'intero ciclo di Guiron a cui il romanzo appartiene, con l'intento di procurare la prima edizione critica di questo testo cavalleresco medievale tuttora inedito, fonte di Boiardo e Ariosto.
     
    Per questo, dopo aver segnalato la cosa alle autorità competenti, nella consapevolezza della difficoltà di reperire in sede pubblica le risorse utili all'acquisto del manoscritto, la FEF ha rivolto alla comunità degli studiosi un appello per ottenere aiuto al fine di assicurare che questo capolavoro rimanesse in Europa e fosse accessibile per la ricerca.
     
    Al termine della campagna, grazie alle donazioni ricevute, al contributo dell'Università di Zurigo e di altri donatori istituzionali, e infine grazie a un'operazione di permuta patrimoniale, la FEF ha potuto raggiungere la cifra dovuta, nel frattempo sensibilmente diminuita rispetto alla richiesta iniziale.
     
    Dal mese di settembre 2016 il manoscritto fa dunque parte del Fondo Manoscritti della Biblioteca della FEF, col numero 2
  • Il padre di Tristano in salvo! La Fondazione Franceschini acquista il manoscritto del Trecento Successo della campagna di raccolta fondi lanciata nel 2015 (2)

    Le avventure di Meliadus, il padre di Tristano, sono narrate in un romanzo in francese medievale – un prequel delle storie di Re Artù e della sua corte. Come nella leggenda di Artù (tra le preferite per l'infanzia, e tra le radici della nostra cultura), la storia di Meliadus parla di cavalieri coraggiosi che affrontano sfide e combattimenti insieme a amori e amicizie, costruendo il retroterra della generazione successiva.

    La copia più antica di questo romanzo che sia sopravvisuta è un manoscritto di 288 fogli di pergamena, scritto nell'Italia settentrionale attorno al 1320. Nel 2014 è stato esposto in una mostra alla University of Cambridge Library.
     
    Questo straordinario documento del nostro patrimonio culturale, appartenuto in passato alle collezioni del J. Paul Getty Museum, è stato acquistato dalla FEF nell'agosto 2016, al termine di una campagna di raccolta fondi lanciata nel 2015, quando i proprietari avevano deciso di metterlo in vendita, dopo che per anni lo avevano reso disponibile alla consultazione degli studiosi presso la Parker Library del Corpus Christi College (Cambridge).

    Si è così evitato il rischio che esso fosse venduto a un altro collezionista, e non fosse più consultabile da parte degli studiosi, uscendo dalle sedi di conservazione del patrimonio culturale europeo. Dato che il testo non è mai stato pubblicato in edizione moderna, la perdita sarebbe stata irrecuperabile.

    L'interesse per questo manoscritto era particolarmente vivo nella FEF, che ha promosso un progetto di ricerca internazionale con le Università di Zurigo e di Liegi per far conoscere il Roman de Meliadus e l'intero ciclo di Guiron a cui il romanzo appartiene, con l'intento di procurare la prima edizione critica di questo testo cavalleresco medievale tuttora inedito, fonte di Boiardo e Ariosto.
     
    Per questo, dopo aver segnalato la cosa alle autorità competenti, nella consapevolezza della difficoltà di reperire in sede pubblica le risorse utili all'acquisto del manoscritto, la FEF ha rivolto alla comunità degli studiosi un appello per ottenere aiuto al fine di assicurare che questo capolavoro rimanesse in Europa e fosse accessibile per la ricerca.
     
    Al termine della campagna, grazie alle donazioni ricevute, al contributo dell'Università di Zurigo e di altri donatori istituzionali, e infine grazie a un'operazione di permuta patrimoniale, la FEF ha potuto raggiungere la cifra dovuta, nel frattempo sensibilmente diminuita rispetto alla richiesta iniziale.
     
    Dal mese di settembre 2016 il manoscritto fa dunque parte del Fondo Manoscritti della Biblioteca della FEF, col numero 2
  • IX Seminario internazionale di musicologia medievale «Clemente Terni»

    Firenze, presso la sede della Fondazione 16 dicembre 2016, ore 9.00
    IX Seminario internazionale di musicologia medievale «Clemente Terni»
    in collaborazione con il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell'Univeristà di Pavia

    Seminario teorico e pratico diretto da Patrizia Bovi
    (Centro Studi Europeo di Musica Medievale «Adolfo Broegg» – Ensemble Micrologus – Orpheus Institut, Ghent)

    pdf.pngProgramma 2016 Download (downloads: 660)  
  • L’ultima storia di re Artù, tra Francia e Italia

    Bando per 2 assegni di ricerca cofinanziati dall'Ente Cassa di Risparmio di Firenze per l'edizione del ciclo di "Guiron le Courtois", nell'ambito del progetto "L’ultima storia di re Artù, tra Francia e Italia. Applicazioni informatiche e filologiche al più importante testo inedito della letteratura medievale" - Scadenza 3 maggio 2016.

    Vincitore: Luca Cadioli, Elena Stefanelli.

    pdf.pngBando Download (downloads: 691)  

    pdf.pngAllegato Download (downloads: 697)  

    pdf.pngGraduatoria Download (downloads: 780)  
  • Le parole e le cose in filologia. Tradizioni ecdotiche romanze a confronto

    Firenze, presso la sede della Fondazione, 12-13 ottobre 2016.
    Seminario internazionale in collaborazione con la rivista «Medioevo romanzo» e con il Dottorato Internazionale in Filologia e critica/ Filologia romanza dell'Università di Siena

    Le parole e le cose in filologia. Tradizioni ecdotiche romanze a confronto

    Interventi di C. Baker, A. Blecua, F. Duval, I. Fernández-Ordóñez, L. Leonardi, P. Trovato

    pdf.pngPresentazione 2016 Download (downloads: 742)  

    pdf.pngProgramma 2016 Download (downloads: 733)  
  • Milan, 19 April 2016

    Milan, 19 April 2016, Università degli Studi di Milano, Aula Napoleonica, via Sant'Antonio 12

    Prassi ecdotiche IX. 9th seminar in the philological series in memory of Giovanni Orlandi in collaboration with the Department of Literary Studies, Philology and Linguistics, Università di Milano

    Un enigma filologico e la datazione della Monarchia di Dante

    Discussants: Paolo Pellegrini, Enrico Fenzi, Paolo Chiesa Coordination: Andrea Tabarroni

    pdf.pngpresentation and programme Download (downloads: 360)  
  • Romance Philology seminar 2016-3

    Florence, at the location of the FEF, via Montebello 7.
    october-december, monday : 16-18

    Romance Philology seminar 2016-3

    Prosegue il Seminario di Filologia romanza, che riunisce periodicamente ricercatori e collaboratori della FEF che si occupano di testi del Medioevo italiano e romanzo. I partecipanti presenteranno di volta in volta un lavoro in corso, un problema o un testo specifico, il commento a un'edizione recente, proponendolo alla discussione.

    Il Seminario dal 2016 fa parte della programmazione didattica del Dottorato internazionale in Filologia e critica, curriculum di Filologia romanza, dell'Università di Siena; è aperto a tutti gli interessati.
  • Seminario di Filologia Romanza 2016-1

    Firenze, presso la sede della Fondazione, via Montebello 7.
    Aula Contini, ore 16-18

    Seminario di Filologia Romanza 2016-1

    Martedì 12/01
    Maria Sofia Lannutti – Sentire, immaginare, pensare. Processo cognitivo e registro dottrinale nel canto XXIII dell'Inferno

    Martedì 19/01
    Natascia Tonelli – Scrittura e riscrittura della Vita nova

    Martedì 02/02
    Luca Morlino – Per una nuova edizione della Pharsale di Niccolò da Verona

    Martedì 09/02
    Davide Battagliola – La tradizione italiana del Livre de Moralitez

    Martedì 01/03
    Paolo Squillacioti – Sulla tradizione del Tresor di Brunetto Latini

    Martedì 08/03
    Claudio Lagomarsini – Tempo, ritmo, sintassi nel Lancelot propre

    Martedì 22/03
    Sara Natale – Verso l'edizione critica dell'elegia giudeo-italiana


    pdf.pngProgramma 2016-1 Download (downloads: 655)  

  • Seminario di Filologia Romanza 2016-1

    Florence, at the location of the FEF, via Montebello 7.
    Aula Contini, ore 16-18

    Seminario di Filologia Romanza 2016-1

    Martedì 12/01
    Maria Sofia Lannutti – Sentire, immaginare, pensare. Processo cognitivo e registro dottrinale nel canto XXIII dell'Inferno

    Martedì 19/01
    Natascia Tonelli – Scrittura e riscrittura della Vita nova

    Martedì 02/02
    Luca Morlino – Per una nuova edizione della Pharsale di Niccolò da Verona

    Martedì 09/02
    Davide Battagliola – La tradizione italiana del Livre de Moralitez

    Martedì 01/03
    Paolo Squillacioti – Sulla tradizione del Tresor di Brunetto Latini

    Martedì 08/03
    Claudio Lagomarsini – Tempo, ritmo, sintassi nel Lancelot propre

    Martedì 22/03
    Sara Natale – Verso l'edizione critica dell'elegia giudeo-italiana
  • Seminario di Filologia Romanza 2016-2

    Firenze, presso la sede della Fondazione, via Montebello 7.
    Aula Contini, ore 16-18

    Seminario di Filologia Romanza 2016-2

    Giovedì 07/04
    Manu Radhakrishnan – La methodus interpretandi di Domenico Cavalca: un problema metodologico

    Martedì 19/04
    Natascia Tonelli – Scrittura e riscrittura della Vita nova

    Martedì 26/04
    Mariña Arbor, Antonio Calvia, Antonio Ciaralli, Simone Marcenaro – Novità sul Pergamino Vindel

    Martedì 10/05
    Davide Battagliola – La tradizione italiana del Livre de Moralitez

    Martedì 17/05
    Claudio Lagomarsini – Tempo, ritmo, sintassi nel Lancelot propre

    Martedì 24/05
    Speranza Cerullo – Un nuovo volgarizzamento dei Dialogi di Gregorio Magno

    Martedì 07/06
    Andrea Tondi – Metamorfosi di avventure: esempi di riscrittura nelle Continuations de Perceval

    Martedì 21/06
    Sara Natale – Una nuova edizione critica dell'elegia giudeo-italiana


    pdf.pngProgramma 2016-2 Download (downloads: 691)  
  • Seminario di Filologia Romanza 2016-3

    Firenze, presso la sede della Fondazione, via Montebello 7.
    ottobre-dicembre 2016, il martedì, ore 16-18

    Seminario di Filologia Romanza 2016-3

    Prosegue il Seminario di Filologia romanza, che riunisce periodicamente ricercatori e collaboratori della FEF che si occupano di testi del Medioevo italiano e romanzo. I partecipanti presenteranno di volta in volta un lavoro in corso, un problema o un testo specifico, il commento a un'edizione recente, proponendolo alla discussione.

    Il Seminario dal 2016 fa parte della programmazione didattica del Dottorato internazionale in Filologia e critica, curriculum di Filologia romanza, dell'Università di Siena; è aperto a tutti gli interessati.


    pdf.pngProgramma 2016-3 Download (downloads: 667)  
  • Un enigma filologico e la datazione della Monarchia di Dante

    Milano, 19 aprile 2016, Università degli Studi di Milano, Aula Napoleonica, via Sant'Antonio 12

    Prassi ecdotiche IX. Seminari filologici in memoria di Giovanni Orlandi in collaborazione con il Dip.to di Studi Letterari, Filologici e Linguistici, Università di Milano

    Un enigma filologico e la datazione della Monarchia di Dante

    Discutono: Paolo Pellegrini, Enrico Fenzi, Paolo Chiesa Presiede e coordina: Andrea Tabarroni